Il tartufo nero di Norcia

tartufo nero di norcia
foto di proprietà dell’utente Flickr Umbria Lovers

 

Non esiste al mondo un tartufo più pregiato, fatta eccezione per il bianco piemontese, che condivide con lui lo scettro di re indiscusso nella speciale scala di valori che premia i tartufi più rinomati. Stiamo parlando naturalmente del tartufo nero di Norcia, un vanto assoluto della gastronomia umbra.

E proprio l’Umbria, la regione nella quale sorge il Cantico della Natura, il nostro speciale agriturismo sul lago Trasimeno, è terra assai generosa per quanto riguarda la produzione di tartufi. Questi tuberi, solitamente, vengono localizzati nell’area delimitata dai fiumi Nera, Sordo e Corno, e tendono a svilupparsi ai piedi di alberi quali querce, lecci, roveri e noccioli per via del terreno privo di vegetazione che sorge tutto intorno.

La colorazione del tartufo nero di Norcia assume particolari sfumature che possono essere violacee o rossastre, con venature tendenti al bianco. Le dimensioni sono varie: si passa dai pochi centimetri degli esemplari più piccoli fino alla grandezza simile a quella di un’arancia per i tartufi maggiori.

Grazie alla sua eccezionale rinomatezza, il tartufo nero di Norcia è un ingrediente di eccellenza della cucina tipica umbra. Se desiderate gustare le pietanze che caratterizzano i nostri menu locali, prenotate un soggiorno presso il Cantico della Natura e preparatevi a godere della bontà unica della cucina di questi luoghi. Maggiori informazioni sono disponibili collegandosi al sito web www.ilcanticodellanatura.it.

In breve
Il tartufo nero di Norcia
Titolo
Il tartufo nero di Norcia
Sintesi
Non esiste al mondo un tartufo più pregiato, fatta eccezione per il bianco piemontese, che condivide con lui lo scettro di re indiscusso nella speciale scala di valori che premia i tartufi più rinomati. Stiamo parlando naturalmente del tartufo nero di Norcia, un vanto assoluto della gastronomia umbra.
Autore
Pubblicato da
Il Cantico della Natura
Il nostro logo

Autore dell'articolo: Chiara Sorrentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *