La Festa di Santa Rita da Cascia

Foto di proprietà dell'utente Flickr Beyond Forgetting - https://bit.ly/2qU4EE8
Foto di proprietà dell’utente Flickr Beyond Forgetting – https://bit.ly/2qU4EE8

Una festa che molto sentita in Umbria è quella che si svolge a Cascia in onore di Santa Rita il 22 maggio. I festeggiamenti in onore di Santa Rita sono particolarmente articolati e alternano momenti celebrativi a momenti liturgici e di riflessione.

Da trecento anni, per esempio, si pratica la tradizione dei “giovedì di Santa Rita”, una fase preparatoria alla festa del 22 maggio, che si svolge nei 15 giovedì antecedenti.

Inoltre, ogni anno la città di Cascia effettua un gemellaggio con una città italiana o europea con la quale si condivide la “Fiaccola della Pace”. Quest’ultima viene portata in staffetta dalla città del gemellata a Cascia, sempre nei giorni antecedenti alla festa.

La staffetta si conclude poi il 21 maggio di fronte al sagrato della Basilica di Santa Rita. Il rito della “Fiaccola della Pace” si conclude il 21 maggio, quando il sindaco della città accende la fiamma sul tripode alla presenza del sindaco di Cascia e dei sindaci della Valnerina.

Ma andiamo con ordine.

Dal 12 al 20 maggio si tiene la Novena nella Basilica e l’adorazione dell’urna dove è deposto il corpo di Santa Rita. Nella domenica di maggio che precede la festa si tiene la Processione dello Stendardo. La tradizione di questa processione fu istituita nel 1731, dopo il terremoto del 1730, come ringraziamento per la protezione della Santa.

Il 21 maggio, invece, le donne che si sono distinte per aver contribuito a portare il dialogo e la pace ai nostri giorni, vengono insignite del Riconoscimento Internazionale Santa Rita. Nello stesso giorno si svolge anche la cerimonia liturgica che ricorda la morte di Santa Rita.

Tra gli eventi finora elencati il più atteso dai fedeli e dai turisti è la sfilata in corteo. La manifestazione parte da Roccaporena. Nel corso della sfilata vengono riproposti, attraverso dei quadri viventi, i momenti salienti della vita della Santa. Il corteo storico giunge alla fine al Sagrato della Basilica di Santa Rita dove avviene la Benedizione delle rose.

L’Umbria è un luogo ricco di tradizioni da scoprire. Per godere al meglio dell’ospitalità della nostra terra, ti aspettiamo al Cantico della Natura.

Autore dell'articolo: Chiara Sorrentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *