Narni: La Corsa all’Anello

Corsa all'anello Narni
Foto di proprietà del sito web http://www.turismonarni.it/

 

A Narni, dall’anno 1969, si svolge una rievocazione storica medievale assolutamente caratteristica: la Corsa all’Anello!

Questa particolare manifestazione fa parte del programma dei festeggiamenti in onore al Santo Patrono della città, il Beato Giovenale, che viene festeggiato il 3 maggio. L’intero programma della rievocazione si svolge in città dall’ultima settimana del mese di aprile alla seconda domenica di maggio (giorno in cui viene effettuata la corsa).

I festeggiamenti per il Santo Patrono Giovenale sono molto antichi e, già nel passato, vedevano giochi e riti particolari come attrazioni principali della festa.

Già dal lontano 1969 la “Corsa all’Anello storica” (allora chiamata Corsa del Palio) era una gara aperta a tutti, si svolgeva nel centro della città ed aveva come premio per il vincitore un palio di seta, del valore di tre libbre d’oro.

La città di Narni, come nel Medioevo, è suddivisa in tre rioni, denominati “terzieri”, che prendono un determinato nome in base alla parte della collocazione della città che contraddistinguono: terziere di Mezule, terziere di Fraporta e terziere di Santa Maria.

Ognuno di questi terzieri dispone di una propria scuderia (dove si allenano i cavalieri e si tengono in forma i cavalli), di una propria sartoria (dove vengono preparati gli abiti storici per il grande corteo storico e per le varie rappresentazioni), nonché di varie hostarie, ovvero taverne che, ancora tutt’oggi, rappresentano l’unica fonte di finanziamento per i terzieri.

Il caratteristico gioco, riservato ai cavalieri narnesi, consiste nell’infilzare con una lancia, mentre si è al galoppo su un tracciato ellissoidale, un anello tenuto sospeso da due fili molto sottili. Un dispositivo elettronico sgancia poi automaticamente l’anello dell’avversario quando l’altro viene infilzato. La pista è inoltre delimitata da bandiere e, se queste vengono abbattute durante un fuoripista di un cavaliere, allo stesso verranno poi decurtati dei punti nella classifica finale.

Il sabato antecedente la Corsa all’Anello, l’intera città di Narni diventa un vero e proprio grande teatro medievale, dove un corteo lunghissimo (di circa 600 costumanti!) sfila per le strade della città (suggestivamente illuminate da fiaccole per l’occorrenza) sullo sfondo delle tantissime bandiere colorate dei terzieri, esposte alle finestre delle case dei cittadini.

Questo meraviglioso corteo è guidato dai musici, seguiti dalle Magistrature Comunali e da quelle del Pontefice. I terzieri accodati a queste autorità, sfilano poi nell’ordine di arrivo della Corsa dell’anno precedente.

La Corsa all’Anello di Narni si distingue nel panorama delle Feste Storiche nazionali ed europee come una delle manifestazioni che più di altre ha ricercato collegamenti con la propria tradizione storica, sfruttando il volontariato per cercare uno sviluppo turistico e culturale della città.

L’Ente Corsa all’Anello ha come obiettivo quello di valorizzare le bellezze architettoniche del luogo attraverso vari spettacoli e manifestazioni, ricostruendo quei luoghi e quei momenti della tradizione locale che assicurano un forte coinvolgimento del pubblico nella festa, proprio come avveniva centinaia di anni fa.

Quest’anno il terziere vincitore della Corsa all’Anello, giunta alla 49ª edizione, è stato quello di Santa Maria, che ha battuto in uno spareggio finale quello di Fraporta. Secondo l’antico rito, il terziere vincitore della gara ha il compito d’onore di mantenere in custodia l’Anello d’argento per tutto l’anno, fino all’edizione successiva, nonché il diritto di aprire il corteo storico di ritorno alle sedi dei terzieri dopo la gara e quello serale dell’anno successivo.

Nel corso della storia i festeggiamenti in onore al Santo Giovenale si arricchirono di altri giochi, come la lotta tra il toro e il bufalo, la quintana (altra gara equestre in cui bisogna colpire con la lancia, al galoppo, un bersaglio posto sul braccio sinistro del “Saraceno” detto anche “Moro”), dalle rappresentative di giovani che inscenano commedie in strada, nonché da gesti di cortesia verso le donne narnesi, alle quali viene offerta la prima colazione nei giorni della festa.

La meravigliosa città di Narni, ricca di storia e riti rievocanti il Medioevo, ti aspettano per una vacanza indimenticabile. Prenotate il vostro soggiorno presso il nostro agriturismo sul Lago Trasimeno, Il Cantico della Natura, verificando la disponibilità di camere sul sito web www.ilcanticodellanatura.it.

La nostra struttura sarà lieta di ospitarvi, offrendovi professionalità e comfort per garantire alla vostra vacanza un ricordo che viva nel tempo.

Per maggiori informazioni contattate il numero telefonico +39.075.841454.

In breve
Titolo
Narni: La Corsa all'Anello
Sintesi
A Narni, dall'anno 1969, si svolge una rievocazione storica medievale assolutamente caratteristica: la Corsa all'Anello!
Autore
Pubblicato da
Il Cantico della Natura
Il nostro logo

Autore dell'articolo: Chiara Sorrentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *